Quale comune vorresti?

qualeComuneLogo

Giovedì 30 Aprile se ne parla In Mare Aperto

Centro Polifunzionale del Comune di San Mauro Torinese.

Via XXV Aprile 66, ore 20:45

La gestione di un Comune può ispirarsi a modelli operativi differenti, in funzione della scala di priorità prescelta per gli obiettivi da conseguire. Tuttavia con l’avvicinarsi delle elezioni comunali del 2016 la scena politica è monopolizzata dalle ipotesi di alleanze, lasciando poco spazio ai contenuti.

Noi invece vogliamo chiedere ai cittadini di San Mauro Torinese quale tipo di Comune vorrebbero, indipendentemente dalla coalizione politica che lo governerà e promuovendo una riflessione che nasca dalle esigenze e dalle aspettative di chi vive in questa città.

Partiremo da una traccia affidata a tre relatori, ognuno dei quali avrà a disposizione 10 minuti per mettere in evidenza punti di forza e di debolezza di alcuni modelli gestionali di Comune:

  • Il comune redistributore, ovvero il comune che privilegia  gli squilibri sociali e agisce di conseguenza nella sua politica fiscale e di servizi. Relazione a cura di Pietro Carena.
  • Il comune investitore, ovvero il comune che dà priorità all’attività economica e si fa promotore in prima persona di azioni economiche tese a dar slancio alla società. Relazione affidata a Bruno Bonino.
  • Il comune abilitatore, ovvero il comune che ha come obiettivo primario quello di far sì che “le cosa accadano”, semplificando procedure e iter burocratici per spianare la strada agli interventi di terzi. Igor Boni svilupperà questo tema.

Dopo questi 30 minuti di spunti iniziali spazio libero agli interventi di tutti, secondo le consuete regole di “In mare aperto”: 4 minuti per esprimere il proprio pensiero, evitando di entrare in polemica con altri.

Appuntamento a Giovedì 30 Aprile ore 20:45 (per iniziare puntuale alle 21:00), presso la sala del Centro Polifunzionale del Comune di San Mauro Torinese.

Annunci

In mare aperto si discute di NET

netblog

NET è l’unione dei comuni dell’area Nord Est Torino e comprende: Borgaro Torinese, Caselle Torinese, San Benigno Canavese, San Mauro Torinese, Settimo Torinese e Volpiano.

In mare aperto propone una serata di confronto ed approfondimento.

In una breve introduzione di non più di 10 minuti a relatore, Bruno Bonino (di Sinistra per San Mauro), Pier Gabriele Cottino (segretario del PD sanmaurese) e Renzo Masiero (di Alternativa Democratica), secondo i propri orientamenti politici introdurranno la discussione, che verterà su questi argomenti:

  • Il rapporto tra le istituzioni dell’Unione con le Giunte e i Consigli Comunali dei comuni aderenti;
  • L’economicità della gestione e l’efficacia dei servizi;
  • La capacità progettuale e di raccolta dei fondi nazionali ed europei;
  • L’informazione ai cittadini.

Anche questa volta i protagonisti della serata saranno i cittadini, a cui chiederemo di esprimersi liberamente e di fare interventi della durata di 5 minuti.

Appuntamento per giovedì 27 Febbraio c/o il Centro Multimediale di San Mauro Torinese, in via XXV Aprile 66.

 Ore 21.00 puntuali!

 

Ha ancora senso impegnarsi in politica? un incontro con Diego Novelli

politica

17 ottobre 2013, ore 21:00

San Mauro Torinese

Sala conferenze del comune, Via Martiri della libertà 150

Di seguito una riflessione di Ettore Bruno

————————————————————-

Perché incontrare Diego Novelli ?

Diego Novelli, nato a Torino nel 1931, ha svolto ruoli importanti nella vita politica torinese e nazionale, ma da alcuni anni é fuori dai giochi anche per sua scelta.
Perché allora organizzare un incontro con lui ?
La risposta più semplice é che Diego Novelli rappresenta un modo di concepire e interpretare la vita politica molto diverso da quelli oggi dominanti e per questo vale la pena ascoltarlo.
Diego inizia la sua carriera come giornalista all’Unità nel 1951 ed entra in Consiglio Comunale di Torino per il pci nel 1960. Dal 1975 al 1985 é sindaco della città, primo sindaco pci dal 1951 . Europarlamentare nel 1984, deputato dal 1987 al 2001, allo scioglimento del pci non aderisce al pds, ma si iscrive alla Rete. Negli anni successivi sarà ancora candidato per liste minori della sinistra, senza essere eletto.
Diego é stato un personaggio spigoloso, fedele ai suoi principi in modo quasi ascetico, geneticamente alieno dagli inciuci . La sua attività si é svolta in anni difficili e vorrei ricordare almeno alcuni tratti salienti .
Novelli é stato sindaco negli anni di piombo e ha saputo, insieme con il cardinale Pellegrino, rappresentare il baluardo delle istituzioni contro la follia brigatista .
E’ stato il primo sindaco a denunciare un caso di corruzione che vedeva implicati membri della sua giunta (il caso Zampini 1984) , comportamento allora e ahimé anche adesso non usuale.
Infine, negli anni della marcia dei 40.000, Novelli ha interpretato il ruolo di sindaco non prono ai voleri di una Fiat allora stravincente: nessuno certamente avrebbe potuto immaginarlo a giocare a scopone con Romiti.
Infine, per me Diego resta l’uomo di una sera di giugno 1975, in piazza San Carlo con lui e gli amici e compagni a festeggiare il primo sindaco pci , dopo quelli della Liberazione.

Ettore Bruno

San Mauro Torinese, 2 ottobre 2013

Cos’è la destra, cos’è la sinistra?

destraSinistra

La politica al tempo delle larghe intese

Il governo delle larghe intese è stato uno shock per il popolo del centro sinistra.

Per molti è il finale ineluttabile di un lungo processo di omogeneizzazione delle ideologie, per altri è la prova provata del tradimento di una classe dirigente. Tuttavia c’è anche chi ne intravvede una prova di responsabilità senza apparenti contropartite politiche, se il centrosinistra e il PD fossero realmente destinati ad essere puniti dal loro stesso elettorato per questa scelta.

Il risultato delle elezioni amministrative ha ancora una volta spiazzato gli analisti e gli stessi politici: il Movimento Cinque Stelle ha azzerato il vantaggio competitivo derivato dall’aver correttamente interpretato le esigenze degli elettori, laddove il centrosinistra invece sembra avvantaggiarsi dalla sua linea di governabilità.

Anche questa volta non abbiamo delle risposte, ma vogliamo liberamente stimolare la discussione: il nostro orizzonte culturale è il centrosinistra, ma ben vengano contributi differenti. Vogliamo capire se destra e sinistra rappresentino ancora categorie distinguibili oppure se siano più genericamente sostituite da altre categorie trasversali come il buon governo o il cattivo governo.

Ai nostri interlocutori, ovvero ai cittadini che vorranno intervenire noi chiediamo solo due cose:

  • di attenersi al limite di tempo di 3 minuti + 2 di tolleranza, perché questo significa rispettare il tempo altrui, permettendo a più persone di parlare.
  • di rispettare il pensiero altrui senza entrare in conflitto con le opinioni differenti.

Appuntamento il 4 luglio 2013 c/o il Centro Multimediale di San Mauro Torinese in via XXV Aprile 66.

Ore 21.00 puntuali!

In mare aperto – 9 aprile 2013

Martedì 9 aprile 2013, ore 21.00

Centro polivalente di Via XXV aprile 66

San Mauro Torinese

Le recenti elezioni politiche hanno avuto un risultato soddisfacente per il PdL, superiore alle attese per il M5S e deludente per il centro sinistra guidato dal PD. Ne è risultato una situazione di stallo con l’impossibilità finora di formare una maggioranza e un governo .

In questa stato di confusione e di incapacità delle forze politiche ad adempiere al loro ruolo, è necessario un rilancio di iniziativa politica tra gli elettori per consentire una riflessione e una ricerca di strade nuove per il futuro .

Noi riteniamo che il recente voto esprima una forte richiesta di cambiamento della vita politica e ciò deve tradursi in regole e comportamenti nuovi per quanto concerne la selezione della classe dirigente e la definizione dei programmi, i contenuti e i modi di realizzazione della delega politica, poteri, privilegi e controlli sugli eletti. Occorre inoltre ridurre fortemente la distanza tra Paese reale e Paese legale, riportando l’azione politica a meglio interpretare e realizzare le attese e le necessità del popolo italiano.

In questo contesto, un gruppo di cittadini, che si riconoscono nell’area di centro sinistra ma provenienti da esperienze diverse, lanciano un invito ai cittadini, ai partiti e alle associazioni politiche a partecipare ad una riflessione sulla situazione attuale per individuare strade nuove che consentano di rinnovare in profondità lo scenario politico, a cominciare dalla realtà di San Mauro.

Abbiamo deciso di chiamare questa nostra iniziativa “in mare aperto“, per sottolineare la convinzione che oggi è necessario abbandonare gli steccati di appartenenze ed identità non più rispondenti alle nuove sfide e affrontare i problemi attuali con strumenti e approcci nuovi.

Come primo passo di questo cammino invitiamo partiti, associazioni e semplici cittadini a partecipare ad una serata aperta di confronto, che organizzeremo affinché vi siano il maggior numero di interventi liberi a partire da questo tema centrale: Riflessioni sulle elezioni politiche: cosa è successo, cosa vogliamo nel futuro.

Dopo una breve introduzione di non più di 10 minuti, sarà dato spazio a chiunque voglia esprimersi su questo tema, con l’unico vincolo del tempo (3 minuti consigliati più 2 minuti di tolleranza) e con la raccomandazione di attenersi alle proprie riflessioni e proposte, evitando polemiche e contestazioni delle riflessioni altrui.